stampa
Dimensione testo
AMBIENTE

Pericolosa erosione sul lungomare di San Gregorio

MESSINA. Nonostante condizioni meteorologiche positive e le rassicurazioni dei tecnici della Provincia regionale di Messina, il manto stradale della curva del faro del lungomare di San Gregorio sprofonda sempre più destando preoccupazioni tra automobilisti e amministratori. Il Comune ha provveduto ad installare la segnalazione per consentire a chi vi transita di evitare pericoli di incolumità ma è ormai evidente che l’intervento tampone effettuato dalla Provincia alla base della strada non è servito a scongiurare che le mareggiate s’incuneassero all’interno del manufatto e creassero quel fenomeno di sifonamento che produce la fuoriuscita verso mare del materiale che forma il rilevato stradale.
A peggiorare le cose, anche il continuo transito di mezzi pesanti nell’ultimo mese nell’ambito dei lavori di ripascimento della spiaggia sotto il centro urbano.
La Provincia, tramite un’impresa affidataria dell’appalto, è intervenuta ben due volte, posizionando dei massi che potessero evitare l’infiltrazione del mare ma, dai risultati ottenuti, sembra proprio che bisogna mettere in pratica il progetto del quale si è più volte discusso negli ultimi anni e che preveda un consolidamento alla base della strada che rimpinguasse quella poca spiaggia rimasta e così allontanare la battigia dal muraglione e quindi evitare che le mareggiate si incuneassero nel terrapieno su cui poggia la strada, facendo mancare materiale.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X