stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Turisti «mordi e fuggi», Stromboli quasi al collasso: esposto al prefetto
MESSINA

Turisti «mordi e fuggi», Stromboli quasi al collasso: esposto al prefetto

di
Circa cinquemila presenze al giorno, una trentina di vaporetti che sbarcano persone anche sulla spiaggia in un’area a rischio eruzione. E in caso di emergenza?
Stromboli, turisti, Messina, Cronaca
Stromboli, Sicilia

STROMBOLI. "Ora basta!". Nella vulcanica isola delle Eolie esplode la protesta. Gli isolani non ne possono piu' di essere invasi giornalmente da circa 5 mila turisti "mordi e fuggi" con i barconi provenienti dalla Calabria e dalla Sicilia nel "Faro del Tirreno" che è a rischio per le continue eruzioni dello Stromboli (in passato vi fu anche lo "tsunami", per fortuna in pieno inverno con ingenti danni a case, negozi ed alberghi).

I vaporetti ogni giorno sono circa una trentina. Attraccano nel piccolo porto di Scari creando problemi anche ai mezzi di linea (aliscafi e traghetti). Sovente sono anche costretti a ritardare le operazioni di sbarco e imbarco passeggeri. Addirittura sulle spiagge, in barba alle leggi sulle navigazione mettendo anche a rischio i bagnanti.

Claudio Utano, coordinatore del Pd di Stromboli, ha inviato un dettagliato esposto al prefetto di Messina, al sindaco di Lipari e alla Capitaneria di Porto. "Questa situazione - ha denunciato Utano - non è piu' sostenibile e al piu' presto deve essere posto un rimedio".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X