stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, l'appello di Accorinti per salvare la Banca d’Italia
RISCHIO CHIUSURA

Messina, l'appello di Accorinti per salvare la Banca d’Italia

di
Coinvolti i deputati messinesi. Sarebbe l’unico caso in Italia in una Città Metropolitana

MESSINA. Nuovo appello del sindaco Accorinti contro la chiusura della filiale della Banca d'Italia (nella foto). Il primo cittadino ha inviato ai rappresentanti messinesi del governo nazionale e regionale e alla presidente del Consiglio comunale, Emilia Barrile, un intervento per scongiurare la chiusura della filiale di Messina della Banca d'Italia.

Alla richiesta hanno già aderito numerosi rappresentanti politici. Accorinti scrive che: "Il piano di riorganizzazione della rete territoriale predisposto dai vertici di Banca d'Italia prevede la chiusura della filiale di Messina entro la fine del 2018 senza tener conto del nuovo status di Città Metropolitana conferito alla città di Messina ai sensi dell'art. 7 della Legge Regionale 24 marzo 2014, n. 8".

Messina diventerebbe, quindi, l'unica Città Metropolitana d'Italia che non ha più la sede della Banca d'Italia.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X