stampa
Dimensione testo
CORTE DEI CONTI

"Danno erariale" a Venetico, condannati sindaco e funzionario

di

MESSINA. Danno erariale per il risarcimento ottenuto da una ditta che perse un finanziamento di 143 mila «a causa del ritardo con cui l' amministrazione comunale aveva concluso il procedimento amministrativo per l' approvazione del piano di lottizzazione».
La Sezione giurisdizionale d' appello della Corte dei conti ribalta il pronunciamento dei giudici di primo grado.

Ribalta il pronunciamento e condanna (sentenza 72/A/2016 depositata lo scorso 21 giugno) il sindaco di Venetico Francesco Rizzo e il responsabile dell'Ufficio tecnico comunale, l'architetto Dario Emmi, a versare alle casse municipali quarantacinque mila euro ciascuno, applicando il potere riduttivo della pena per «la particolarità della fattispecie e le criticità registrate nella sua evoluzione temporale, oltre al contrasto venutosi a determinare tra consorzio Asi e Comune di Venetico».

La vicenda risale al lontano 2003 quando la ditta "Astra srl" presentò un piano di lottizzazione per realizzare alcuni capannoni industriali in un' area comunale.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI MESSINA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X