stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Emergenza rifiuti a Messina, la Procura apre un'inchiesta
IGIENE PUBBLICA

Emergenza rifiuti a Messina, la Procura apre un'inchiesta

MESSINA. La Procura di Messina ha aperto un'inchiesta sull'emergenza rifiuti a Messina con l'obiettivo di chiarire le responsabilità del Comune e della Regione. L'ipotesi di reato è quella di omissione di atti d'ufficio per la salvaguardia della salute pubblica dei cittadini.

La Polizia giudiziaria ha acquisito dalla Regione gli atti che serviranno a verificare quali iniziative siano state adottate per far rientrare l'emergenza.

Cumuli di spazzatura a Messina, dove la raccolta dei rifiuti e il conferimento in discarica procedono a rilento da settimane. Per il sindaco Renato Accorinti «il problema è dovuto all'ordinanza del presidente della Regione, Rosario Crocetta, che non permette di scaricare più di un certo quantitativo di immondizia in discarica».

«Messinambiente ha garantito - prosegue Accorinti - che nei prossimi giorni gran parte dei rifiuti verrà smalta. Siamo costretti a rispettare l'ordinanza che non è applicabile con facilità. Speriamo di iniziare la raccolta differenziata porta a porta; con la mia amministrazione la differenziata è aumentata sensibilmente ma so che dobbiamo fare molto di più».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X