stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Caronia, confisca da 1,5 milioni per un imprenditore
DIA

Caronia, confisca da 1,5 milioni per un imprenditore

A Lo Re sono state confiscate due imprese del settore della commercializzazione delle autovetture e una associazione che gestisce un night club

MESSINA. La Dia di Messina, coordinata dal Centro Operativo di Catania, ha eseguito una confisca di beni per circa un milione e mezzo di euro a carico di Giuseppe Lo Re, imprenditore di Caronia (Messina), appartenente alla famiglia mafiosa di Mistretta. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Messina, sezione Misure di prevenzione.

A Lo Re sono state confiscate due imprese del settore della commercializzazione delle autovetture e una associazione che gestisce un night club; ai suoi prestanome e ai componenti del suo nucleo familiare sono state confiscate cinque unità immobiliari, un rapporto finanziario, cinque autocarri ed autovetture. Inoltre, è stata disposta per Lo Re la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza per quattro anni con obbligo di soggiorno nel comune di residenza e la messa in liquidazione dalla società 'Autoservice srl'.

Evidenziata dalle indagini la sperequazione economico finanziaria tra il reddito e le reali disponibilità possedute da Lo Re. Quest'ultimo è ritenuto legato alla 'famiglia mafiosa di Mistretta', guidata da Sebastiano Rampulla deceduto nel 2010, già rappresentante provinciale di 'cosa nostrà per la provincia
di Messina e fratello di Pietro, condannato all'ergastolo perchè ritenuto 'l'artificierè della strage di Capaci.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X