stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cesarò, trovata coltivazione di canapa indiana con 200 piante
CARABINIERI

Cesarò, trovata coltivazione di canapa indiana con 200 piante

CESARÒ. I carabinieri hanno scoperto in contrada Cutò, a Cesarò (Messina), in un terreno di proprietà comunale affittato a un allevatore del posto, circa 200 piante di canapa indiana. L'acqua con la quale veniva irrigata la piantagione arrivava tramite un allacciamento abusivo. La piantagione, forse per l'intensificarsi dei controll nella zona, era stata abbandonata.

Un'altra piantagione di marijuana è stata scoperta dai carabinieri alla periferia di Marsala nei giorni scorsi. Gli investigatori hanno arrestato un uomo sorpreso nel terreno, Roberto Albetro, 56 anni, di origine bolognese, ma da tempo residente a Marsala. Le piante di canapa afgana (circa 1600 il peso delle cui infiorescenze è di oltre 120 chilogrammi) erano custodite all'interno di un magazzino di via Mario Gandolfo. Alla scoperta si è pervenuto anche grazie all'ausilio dei militari dello Squadrone Eliportato «Cacciatori di Calabria», che giornalmente stanno controllando le zone rurali del comprensorio. Tutte le piante erano sistemate in vasi e disposte su file, corredate da un sistema di irrigazione automatico. Ad Albetro sono stati concessi i domiciliari.

Sempre i carabinieri hanno, inoltre, arrestato un marsalese di 42 anni, Antonino Giuseppe Angileri, all'interno della cui abitazione i militari hanno sequestrato 15 grammi di cocaina, strumenti per la pesatura e il confezionamento delle dosi e oltre 1700 euro in banconote di piccolo taglio. Il denaro è ritenuto provento dell'attività di spaccio. In attesa della convalida dell'arresto, Angileri è stato rinchiuso nel carcere di Trapani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X