stampa
Dimensione testo
QUATTRO LE VITTIME

Scontro in Calabria: muore messinese, moglie e figlio

COSENZA. Tre persone, padre, madre e un figlio di 19 anni, sono morti stamani nello scontro frontale tra la loro auto ed un autotreno avvenuto sulla statale 106 a Villapiana, nel cosentino. Con loro un'altra ragazza di 14 anni, ricoverata in ospedale in gravi condizioni.

Le vittime sono Roberto Santini, 51 anni, di Messina e militare della Guardia di finanza che prestava servizio a Taranto, la moglie Rossella Sardiello (46), ed il figlio Marco (19) e Giorgia (14). Quest'ultima è stata ricoverata in gravi condizioni nell'ospedale di Cosenza. Inizialmente si era diffusa la voce che anche quest'ultima fosse deceduta nell'impatto, ma la notizia è stata smentita.  Le vittime erano partite la notte scorsa da Taranto dirette a Messina.

Lo scontro è avvenuto intorno alle 4 sulla statale 106 tra gli svincoli di Villapiana scalo e Villapiana lido. Santini e la sua famiglia viaggiavano su un Opel Mokka in direzione sud che, per cause ancora da accertare, si è scontrata frontalmente con un autotreno Volvo partito dalla Sicilia e diretto in Basilicata.

Nello scontro padre madre e figlio sono morti sul colpo. La figlia quattordicenne è stata invece soccorsa e trasportata nell'ospedale di Cosenza. Sono intervenuti gli agenti della polizia stradale di Rossano e Trebisacce, i carabinieri della Compagnia di Corigliano ed i finanzieri del gruppo di Sibari. La statale, intanto, che era stata chiusa subito dopo lo scontro per permettere i soccorsi, è stata riaperta dall'Anas ed adesso la circolazione è tornata normale. L'autista del camion è risultato negativo all'alcool test.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X