stampa
Dimensione testo
PROVINCIALE

Ordinò un pestaggio per mostrare il proprio potere, arrestato un boss di Messina

Ordinò un pestaggio per affermare la propria supremazia criminale. Dopo quasi un anno Giovanni La Duca, 48 anni, è stato arrestato, con questa accusa, dalla polizia di Stato con i tre presunti autori del raid punitivo identificati attraverso intercettazioni e le immagini di un sistema di sorveglianza che aveva ripreso i momenti dell'irruzione.

Sono Felice Vita, 36 anni; Domenico Romano di 35 e Domenico De Pasquale di 42 anni. Con La Duca sono accusati di lesioni gravi, violazione di domicilio, porto e detenzione di arma da fuoco con l'aggravante dal metodo mafioso. L'uomo che il 30 marzo dell'anno scorso subì il pestaggio davanti a moglie e figlia era agli arresti domiciliari.

Raid punitivo a Messina, i nomi e le foto del mandante e degli autori

Sotto la minaccia di una pistola e un coltello, venne colpito con estrema violenza e riportò un trauma cranico, fratture al naso, contusioni al torace e all'addome. L'aggressione serviva ad affermare che nel quartiere di Provinciale, a Messina, La Duca (già in carcere) era il vero capo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X