stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

Acquedolci, "Perseguitava i genitori": pena sospesa in appello

Sospensione condizionale della pena, non menzione della condanna nel casellario giudiziale e cessazione del divieto di avvicinamento ai genitori per un quarantaduenne di Acquedolci.

L'ha disposto la Corte di Appello di Messina, nei confronti di Carmelino Manasseri, difeso dall'avvocato Benedetto Ricciardi. I giudici messinesi accogliendo la tesi difensiva eccepita dall'avvocato Ricciardi, hanno decretato la sospensione della pena a un anno e due mesi, comminata in primo grado dal Tribunale di Patti, per atti persecutori ai genitori, già ridotta per la scelta del rito alternativo ed adesso sospesa.

L'uomo era stato arrestato dai carabinieri, in flagranza di reato, aveva raggiunto i genitori nel loro appezzamento di terreno ed aveva iniziato a picchiarli con calci e pugni.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X