DOPO L'ESPLOSIONE

Stromboli, situazione più difficile a Ginostra: 30 turisti vanno via con l'aliscafo

esplosione, Stromboli, vulcano, Messina, Cronaca
I turisti impauriti hanno iniziato ad andare via dall'isola

"Sono volati lapilli" che "hanno provocato incendi" e "c'è tanta paura nella frazione di Ginostra, quella maggiormente danneggiata dall'esplosione del vulcano". Così padre Giovanni, parroco di Stromboli, che da un'altra isola dell'arcipelago delle Eolie ha raccolto le testimonianze dei suoi fedeli presenti sull'isola. Anche lui non ha notizie di feriti, ma, aggiunge, chi "ha più paura sta cercando di andare via da Ginostra, ma può farlo soltanto via mare".

Trenta persone che si trovavano a Ginostra, sono state imbarcate, dopo l'esplosione del vulcano di Stromboli, con l'aliscafo della liberty Lines. Un altro mezzo navale sta per recuperare altri turisti che sono in questa frazione del comune di Lipari. Ma la decisione di partire o rimanere lì è a loro discrezione.

Non è stato al momento avviato alcun piano di evacuazione. "Nessun allarmismo - dice il sindaco di Lipari Marco Giorgianni - solo fumo per il grosso incendio, la situazione è sotto controllo, stanno arrivando i canadair per spegnere il fuoco alimentato dal vento".

Stromboli, il boato e una grande colonna di fumo dal vulcano: le foto dell'esplosione

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X