stampa
Dimensione testo
GUARDIA DI FINANZA

Bancarotta fraudolenta, maxi sequestro ad un imprenditore di Sant'Agata di Militello

di

Bancarotta fraudolenta: è l'accusa ad un noto imprenditore di Sant'Agata di MIlitello. È ritenuto responsabile di aver sottratto dal fallimento di una società operante nel settore della lavorazione delle pietre e del marmo quasi due milioni di euro.

Le indagini, condotte dalle Fiamme Gialle della Tenenza di Sant’Agata di Militello e coordinate dal Gruppo di Milazzo, hanno accertato alcune incongruenze che li ha portati a scoprire una macroscopica distrazione di denaro realizzata per mezzo dell’annotazione in contabilità di passività inesistenti.

L'imprenditore, così facendo, è riuscito a sottrarre quasi due milioni di euro dalle casse aziendali. L’attività è proseguita con l’ulteriore verifica fiscale finalizzata a proporre il recupero a tassazione delle somme di cui l’amministratore si era indebitamente appropriato.

Gli investigatori hanno segnalato l’imprenditore all’Autorità Giudiziaria anche per il reato di omessa dichiarazione.

La Procura di Patti ha chiesto e ottenuto dal locale Tribunale l’emissione di un decreto di sequestro preventivo per oltre due milioni e seicentomila euro, riferiti sia alle distrazioni accertate che all’evasione contestata all’indagato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X