Questo sito contribuisce all’audience di Quotidiano Nazionale

Il tribunale di Lipari aumenta l'organico: in arrivo giudici e personale

Per sollecitare il potenziamento si è mobilitata l'amministrazione comunale. «Felici per questo risultato», commenta il sindaco

«Le sezioni distaccate dei tribunali di Lipari, Portoferraio (Isola D’Elba) ed Ischia saranno resi efficienti con la presenza di giudici e adeguato personale». Lo afferma Gian Piera Usai, segretaria generale dell’associazione nazionale Comuni isole minori (Ancim) che è intervenuta anche per smorzare le polemiche che si sono scatenate alle Eolie tra la maggioranza consiliare e la minoranza.

«Con la presentazione – spiega - da parte di Erica Mazzetti, deputato nazionale di Forza Italia, della proposta di legge sulle isole minori, si pone fine alla situazione di precarietà, generata dalle proroghe annuali, delle sedi distaccate dei Tribunali di Portoferraio, Ischia e Lipari. Con l’art. 15 si sancisce il ripristino delle suddette sedi perché i gap legati all’insularità non sono un fattore temporaneo ed i maggiori oneri, dovuti agli spostamenti che la loro cancellazioni aveva creato, non possono, anch’essi, costituire un altro fattore di penalizzazione».

«L’art. 15 – puntualizza - dà anche una soluzione, perché permetterà costi inferiori, con una giustizia più vicina ai cittadini. Le isole, quindi, potrebbero diventare un terreno di sperimentazione anche nel campo dello snellimento giudiziario da sempre auspicato anche dal ministero di grazia e giustizia».

«Siamo felici per questo risultato – commenta il sindaco Riccardo Gullo - l’amministrazione Comunale ha preferito operare in maniera istituzionale e con il supporto dell’A.N.C.I.M. per la stabilizzazione della sede distaccata del tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto - Sede di Lipari - al fine del definitivo superamento della situazione di precarietà organizzativa in atto esistente, anche nel contesto eoliano relativamente a questa fondamentale Funzione dello Stato».

Per sollecitare il potenziamento dell’organico, si era mobilitato anche il gruppo di minoranza che aveva richiesto l’auto convocazione del consiglio comunale. Ma ben due riunioni non si sono svolte perché la maggioranza ha preferito non presentarsi.

Caricamento commenti

Commenta la notizia