AMBIENTE

Parco dei Nebrodi, turismo «verde» da record

di

SANTO STEFANO DI CAMASTRA. Il turismo «verde» in Sicilia produce numeri incoraggianti. Il «picco» si ha nei comuni messinesi all' interno del perimetro del Parco dei Nebrodi dove una grande attrazione è costituita dai geositi, definiti anche geo-risorse in quanto luoghi naturali dove l' escursionista rimane affascinato per le combinazioni di colori, paesaggi e armonie ambientali che si sono venute a creare nel tempo. Nei territori dei comuni di Galati Mamertino e Longi i luoghi di maggiore attrazione turistica sono le cascate del Catafurco, dove la caduta delle acque, portando con sé sabbia e ciottoli, ha creato una cavità naturale chiamata Marmitta dei Giganti.

Ma anche la Stretta di Longi caratterizzata da altissime pareti, rocce scolpite, guadi ed emozionanti passaggi tra enormi massi. «Grazie a questi siti e alle attività di servizio il 2016 ha fatto registrare un incremento delle presenze turistiche di oltre il 40 %, e si può affermare che dal mese di luglio ad oggi in tutti i fine settimana le numerose strutture ricettive presenti sul territorio hanno avuto il pienone, ospitando escursionisti, appassionati e studiosi provenienti da ogni parte d' Europa».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X