stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Nuovo porto di Salina, ancora polemiche sul possibile impatto ambientale
MESSINA

Nuovo porto di Salina, ancora polemiche sul possibile impatto ambientale

Ancora polemiche attorno alla realizzazione del secondo porto turistico a Salina, nelle Eolie. Il progetto già approvato dalla Regione e finanziato con un primo lotto di 13 milioni (complessivamente la spesa è di 60 milioni) è anche contestato da "L'Aeolian Islands Preservation Fund" e "Blue Marine Foundation", associazioni internazionali, sempre attente alle problematiche ambientali delle Eolie, che hanno pubblicato lo studio commissionato alla "Stazione Zoologica Anton Dohrn" finalizzato al monitoraggio a lungo termine dello stato di salute delle praterie di posidonia a Salina, "invitando a riflettere sulle implicazioni ambientali che il progetto del porto di Rinella può comportare".

"L'area dove verrebbe costruita la futura darsena di Rinella - scrivono - è occupata da ampi fondali di prateria di Posidonia uno dei più rigogliosi posidonieti dell'isola di Salina per estensione e naturalità, che ospita alghe dall'età stimata di oltre 100 anni.

Esso rappresenta uno dei 4 habitat definiti dalla Direttiva Habitat, riconosciuto come Habitat 1120". Secondo le due associazioni "appare necessario comprendere meglio il grado di consapevolezza del reale impatto ambientale prodotto da tale opera e riflettere sulle implicazioni ambientali che tale progetto può comportare".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X