stampa
Dimensione testo
TURISMO

Milazzo, boom di visitatori al nuovo Museo del mare

di

Il nuovo Museo del mare di Milazzo è stato preso d'assalto dai visitatori nel lungo ponte di Ognissanti. Un migliaio di persone, tra turisti ma anche tanti milazzesi e messinesi, hanno approfittato dell'occasione per scoprire il luogo che ospita il capodoglio Siso, la principale attrattiva del Muma.

Inaugurato quest'estate, nella parte vecchia del Castello, l'antico Bastione di Santa Maria, in meno di tre mesi è riuscito ad affermarsi nel territorio, diventando metà di interesse turistico ma anche culturale e scientifico. I visitatori arrivano giornalmente per conoscere la storia del capodoglio, chiamato Siso, rimasto infilzato mortalmente dentro una rete da pesca a largo delle Eolie e spiaggiatosi a Capo Milazzo due anni fa.

Da quella storia che ha commosso tutti, nasce l'idea realizzata dal ricercatore universitario e biologo Carmelo Isgrò di recuperare le ossa, ricomporre lo scheletro di Siso ed esporlo in un Museo del mare in cui trovano posto anche altri preziosi reperti e documenti. Un progetto realizzato in collaborazione con il Comune di Milazzo e il museo della fauna dell'Università di Messina senza finanziamenti esterni,  ma  con il sostegno e la volontà di chi ha creduto nell'idea.

"La storia del capodoglio Siso- commenta Isgrò - purtroppo comune a tanti altri capodogli, ci fa capire quanto male facciamo al nostro pianeta anche in modo inconsapevole. Questo luogo ci aiuta a prendere coscienza della tutela del territorio, da vivere in maniera diversa e più attenta". Nel fine settimana è stato possibile visitare anche la mostra "I pesci degli abissi".

 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X