stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Coronavirus, la Camera di commercio in aiuto dell'Asp di Messina: devoluti 30mila euro
LA CONVENZIONE

Coronavirus, la Camera di commercio in aiuto dell'Asp di Messina: devoluti 30mila euro

coronavirus, Messina, Economia

Gesti di solidarietà al tempo del coronavirus. La Camera di commercio ha devoluto, con un'apposita convenzione, 30mila euro in favore dell'Asp di Messina.

La Giunta camerale peloritana, riunitasi via skype, dando attuazione a quanto previsto dalle disposizioni governative sulle modalità a distanza per contenere la pandemia da Covid-19, ha deciso di sottoscrivere una convenzione con l’Asp "finalizzata a devolvere le risorse che è stato possibile reperire dal bilancio con l'auspicio che questo piccolo gesto possa aiutare a compiere qualche passo in più alla comunità messinese nella lotta al Coronavirus".

"Siamo consapevoli che la nostra Camera di commercio non dispone, purtroppo, di quelle risorse che oggi servirebbero ancor di più per dare una boccata di ossigeno alle tante imprese che versano in condizioni di forte difficoltà - afferma il presidente dell’Ente camerale, Ivo Blandina - a causa dell’inevitabile crisi economica che sta attanagliando il paese in seguito ai necessari provvedimenti varati per far fronte all’emergenza sanitaria".

"Pertanto, abbiamo la responsabilità di fare cose utili, concrete e possibili. Per questo, si è optato, anzitutto, per destinare ciò di cui possiamo disporre in questo momento all’Asp", aggiunge. Per venire incontro alle imprese, è stata richiesta, inoltre, l'emanazione di una norma che sospenda il pagamento del diritto annuale.

"Contemporaneamente, chiederemo alla Regione di dirottare tutte le risorse disponibili, relative ai fondi regionali, per dare liquidità alle imprese - prosegue Blandina - e insisteremo con Unioncamere nazionale perchè venga istituito un fondo perequativo ad hoc, a disposizione soprattutto delle Camere di commercio del Meridione, che sono quelle in maggiore difficoltà. Senza tralasciare, ovviamente, di sollecitare l’Inps perchè si risolva in tempi brevi l’atavico problema delle pensioni che affligge il nostro Ente, il che ci consentirebbe di sbloccare fondi sicuri e immediati per le aziende".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X