stampa
Dimensione testo
IL CASO

Maria Cristina Saija espulsa dai Cinquestelle: scoppia la polemica a Messina

di
Dura reazione su Facebook: «Sono stata diffidata dal MoVimento 5 stelle ed espulsa senza motivazione. Attivista dal 2007. Grazie mille a tutti. “Messina in Movimento” opera come gruppo di cittadini liberi».

MESSINA. Per il movimento Cinquestelle messinese è uno scossone politico. Maria Cristina Saija, candidata sindaco nel 2013 e alle elezioni regionali del 2012 come alle elezioni Europee 2014 è stata espulsa dal gruppo politico. E con lei 14 organizzatori di "Messina in Movimento": il meetup legato ai Cinquestelle. La Saija, milazzese e attivista Cinquestelle dal 2007, ha comunicato su Facebook di essere stata espulsa dai pentastellati: "Sono stata diffidata dal MoVimento 5 stelle ed espulsa senza motivazione. Attivista dal 2007. Grazie mille a tutti". La motivazione sarebbe nell'utilizzo del logo Cinquestelle da parte del gruppo Meetup "Messina in Movimento" perché la stessa Saija ha sottolineato su Facebook che tutti i 14 organizzatori hanno ricevuto via e-mail una diffida all’utilizzo del logo del M5S dallo studio legale Squassi&Montefusco di Milano per conto del signor Beppe Grillo. Nella comunicazione resa nota dalla Saija si legge: “(…) In riferimento alla propaganda politica e sociale da Voi svolta in qualità di Sedicenti portavoce degli attivisti del Movimento 5 Stelle a Messina (…) Vi invito a voler immediatamente cessare l’uso o il riferimento diretto, indiretto o anche solo per allusione al nome o ai marchi di proprietà del sig. Grillo".

L'ex candidata sindaco: "Abbiamo potuto appurare l’impossibilità da parte dei singoli organizer del gruppo ad accedere a tutti i siti di riferimento del Movimento 5 Stelle (blog nazionale, sito nazionale e sistema operativo)". “Messina in Movimento” ha operato fin dalla sua costituzione come gruppo di cittadini messinesi liberi - prosegue - secondo i codici comportamentali del Movimento 5 Stelle riconosciuti dal non-statuto, portandone avanti i principi di partecipazione cittadina, democrazia, collaborazione gratuita fra professionisti per la redazione di disegni di legge, istanze ed emendamenti, diffusione delle attività dei portavoce eletti intervenendo quando necessario, anche con richieste di trasparenza sull’operato di questi - continua la Saija - non avendo utilizzato il logo del Movimento 5 Stelle ma il nostro logo Messina in Movimento, che al nostro meetup richiama e non avendo mai tratto nessun tipo di vantaggio economico dalle varie iniziative svolte". Il Meetup ha richiesto una rettifica ai garanti del M5S ma non è giunta risposta. In provincia il movimento Cinquestelle non ha consiglieri comunali, ha tre deputati nazionali e un regionale. Alle prossime elezioni a Milazzo M5S presenterà propri candidati. Saija alle ultime Europee è stata la più votata in provincia con 26.500 preferenze ma non sono bastati per l'elezione.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X