stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Sicilia zona arancione, De Luca attacca Razza e Musumeci: "Sanità al collasso"
IL DPCM

Sicilia zona arancione, De Luca attacca Razza e Musumeci: "Sanità al collasso"

"Perché la Sicilia è stata degradata a zona arancione? L'andamento della curva epidemiologica ci pone al tredicesimo posto, cioè il virus in Sicilia circola molto di meno rispetto a dodici regioni come ad esempio il Lazio, la Campania e la Liguria (inserite invece nella zona gialla)". Lo dice, critico, in una nota il sindaco di Messina Cateno De Luca commentando l'ultimo Dpcm presentato ieri dal premier Conte.

"Ovviamente questa è la conferma - continua De Luca - che il sistema sanitario siciliano è strutturalmente al collasso perché in questi sei mesi poco o nulla si è fatto per incrementare i posti letto nei reparti Covid e nella terapia intensiva, nonostante i soldi messi a disposizione del governo Conte".

"Avevo già lanciato l'allarme una settimana fa. Ci hanno risposto con chiacchiere, proclami e scaricabarile. Purtroppo, da venerdì migliaia di imprenditori non potranno alzare la saracinesca".

"Chiedo ufficialmente - conclude De Luca - le immediate dimissioni dell'assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza e le scuse immediate ai siciliani da parte dell'inconcludente presidente Nello Musumeci. Per colpa della politica siciliana ora arriverà un'ulteriore mazzata alla Sicilia e ai siciliani".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X