stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Incidenti sul lavoro nel Messinese, anche dalla politica arriva l'allarme
SOLIDARIETÀ

Incidenti sul lavoro nel Messinese, anche dalla politica arriva l'allarme

Messina, Politica
Un mazzo di fiori lasciato nel cantiere dove è morto Salvatore Ada

Solidarietà e preoccupazione per le condizioni di sicurezza sul lavoro arrivano dalla politica, dopo la morte di Salvatore Ada sul viadotto di Messina. «Voglio esprimere tutta la mia vicinanza - dice il deputato messinese Francesco D’Uva - ai familiari degli operai deceduti in questi giorni nel Messinese, uno mentre lavorava nel cantiere di Viadotto Ritiro e l’altro precipitando dal tetto di un immobile durante un intervento di manutenzione a Milazzo. Notizie drammatiche che confermano quanto le morti bianche siano una ferita profonda per il nostro Paese e anche per la nostra comunità. Non possiamo più restare inermi davanti ad un fenomeno così diffuso da essere una vera e propria emergenza sociale. Un’emergenza rispetto alla quale è necessario agire, con determinazione, ponendo al centro dell’attenzione la sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori unitamente alla tutela della loro salute». D’Uva aggiunge che «abbiamo un dovere morale ed è scovare i furbetti che raggirano le leggi facendo sì che ci sia il rispetto dell’impianto normativo costruito a tutela dei singoli lavoratori. Fondamentale, inoltre, è creare un sistema di controllo incrociato tra le Istituzioni e gli enti competenti e applicare sanzioni ancora più aspre per chi viola le leggi agendo nell’illegalità».

Dal canto suo, Matilde Siracusano, deputata di Forza Italia, ha espresso la sua «personale vicinanza e sincero cordoglio alla famiglia di Salvatore Ada. Saranno gli accertamenti della magistratura a tentare di far piena luce su questa ennesima morte bianca, ma quanto accaduto riporta pesantemente alla ribalta i temi della sicurezza sul lavoro e degli strumenti utilizzati per svolgere le proprie mansioni. Alcuni sindacati della città dello Stretto hanno proclamato otto ore di sciopero per accendere ulteriormente i riflettori sulla grave realtà dei caduti sul lavoro: una piaga ancora tristemente aperta nell’intero nostro Paese».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X