stampa
Dimensione testo
PARAOLIMPARTY

Milazzo, al via la convention di sport su spiaggia senza barriere

Al via stasera a Milazzo (Messina) il «Parolimparty», la mega convention di sport su spiaggia senza barriere che si svolgerà fino a domenica al lido "Open Sea» Aism (Associazione italiana sclerosi multipla). Tre giorni, nove tornei di differenti discipline, centinaia i partecipanti, per vivere lo sport in piena inclusione e coinvolgere nella stessa «partita» normodotati e soggetti con disabilità.

Tra le principali novità di quest’edizione c'è la partecipazione della «Wheelchair Rugby Catania», l’unica squadra
di rugby in carrozzina del Sud Italia che si esibirà in un triangolare «misto» con i team «Nissa Rugby» di Caltanissetta e "Le Aquile del Tirreno» di Milazzo. «Vogliamo far vivere tre giornate di sport nello stesso identico modo a tutti - ha detto Alfredo Finanze presidente di Mediterranea Eventi - La manifestazione quest’anno è stata inserita nell’elenco degli eventi riconosciuti dalla Commissione Europea nell’ambito della Settimana europea dello sport che si svolge dal 23 al 30 settembre».

I testimonial dell’evento, che dialogheranno con tutti i partecipanti, sono la prima schermitrice agonistica con sclerosi multipla Valeria Pappalardo, il campione del mondo di calcio a 5 c21 Carmelo Messina, anche lui siciliano, affetto da trisomia 21 (sindrome di down), e il capitano della nazionale femminile di pallacanestro sorde Simona Cascio. Tornano a Milazzo anche quest’anno il nove volte campione del mondo di calcio balilla Francesco Bonanno e il volto nazionale del sitting volley in Italia, Nadia Bala.

"Abbiamo costruito una squadra - ha detto Angelo La Via, consigliere nazionale di Aism - una rete capace di fare la differenza perché crediamo che sport e mare siano diritti di tutti e vogliamo dimostrare che non ci fanno paura le barriere architettoniche ma quelle culturali. I testimonial, i campioni che quest’anno in maniera più massiccia dello scorso hanno aderito alla manifestazione sono la testimonianza con le loro storie che lo sport non va concepito per soggetti con disabilità o normodotati, ma è aperto a tutti». Il «Parolimparty», giunto alla seconda edizione, è promosso dall’Associazione italiana sclerosi multipla, da «Mediterranea eventi» e dall’associazione Bios con l’obiettivo di diffondere la cultura sportiva tra le persone con disabilità e le loro famiglie. (ANSA).

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X