stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Foto Cultura Si rinnova a Motta il Rito della Luce sotto il segno del silenzio - Foto

Si rinnova a Motta il Rito della Luce sotto il segno del silenzio - Foto

MESSINA. Il Rito della Luce, il percorso di politica della bellezza e della conoscenza, ritorna puntuale come ogni anno nei giorni del Solstizio d’Estate.

Stavolta l’appuntamento per il viaggio dell’anima verso la Piramide del 38esimo parallelo è fissato per dal 21 al 26 giugno.

Dal 21 la Piramide sarà aperta al pubblico, e suonerà come un monito visto che quest’anno il Rito della Luce è dedicato all’ascolto del Silenzio. "L’armonia universale è il soffio che avvolge tutti e dunque il silenzio non va inteso come assenza di suono, - si legge in una nota - ma come luogo e tempo impercettibile che distanzia le parole, le note, i battiti del cuore, le fasi del respiro. Solo nel dono silenzioso dell’ascolto è possibile la conoscenza, che è vera ricchezza e aumenta nella condivisione".

Il sabato (25 giugno) sarà inaugurata la nuova stanza dell’Atelier sul Mare, l’albergo d’arte a Castel di Tusa: “Io sono il blu” è un’immersione nel colore e nell’aria. La firmano lo scrittore Ottavio Cappellani e Antonio Presti.

Il Rito della Luce, voluto da Antonio Presti, presidente della Fondazione Fiumara d‘arte, si rinnova ogni anno ai piedi della Piramide del 38esimo Parallelo, l’ultima opera della Fiumara, durante il cantiere di lavoro che ne prevede la rigenerazione e la trasformazione. L’energia creativa che si sprigionerà da questo momento dinamico, sarà anch’essa ascolto gioioso, apertura, silenzio, gioia che accompagnerà lo “stazionamento” del sole nel punto più alto del cielo.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X