stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Sant'Agata, la giunta approva aliquote Tasi: parola al Consiglio

Sant'Agata, la giunta approva aliquote Tasi:
parola al Consiglio

SANT'AGATA. "La cosa migliore sarebbe se per le prime case l'aliquota Tasi (Tassa sui Servizi Indivisibili) fosse a zero, ma bisogna fare quadrare i conti del bilancio e su questo l'assemblea consiliare si dovrà esprimere senza gioco delle parti". A dichiararlo è il sindaco Carmelo Sottile, a pochi giorni dalla seduta del consiglio comunale che dovrà occuparsi dell'istituzione della Tasi e della determinazione delle aliquote per l'anno 2014. Di fatto, nella proposta di deliberazione varata in giunta si definiscono le aliquote: 1,5 per mille per le abitazioni principali e relative pertinenze, nonché altri fabbricati e aree fabbricali e dell'1 per mille per fabbricati rurali ad uso strumentale. "I servizi indivisibili erogati dal comune ed il relativo costo vengono determinati dal Consiglio Comunale - ribadisce Sottile - la Tares è una partita di giro e pertanto non è considerata per le eventuali coperture degli introiti della Tasi". Per servizi indivisibili comunali s'intendono, in linea generale, i servizi, prestazioni, opere, attività, forniti dal Comune alla collettività. E vengono così indicati nello schema di bilancio di previsione 2014, in corso di formazione, alla cui copertura la Tasi è diretta: pubblica sicurezza e vigilanza costo stimato annuale 662.200,00 euro, viabilità 65.467,00 euro, servizio di protezione civile 89.710,00 euro, energia e pubblica illuminazione 515.340,00 euro, manutenzione del verde pubblico e tutela del territorio 29.484,00 euro, beni demaniali 5.000,00 euro, servizi cimiteriali 51.70,00 euro. Costo totale dei servizi indivisibili 1.418.571,00 euro. Gettito Tasi 772.500,00 euro. Percentuale di copertura servizi indivisibili 54,46 per cento. I consiglieri di opposizione sono contrari all'introduzione della Tasi e si sono assunti l'impegno politico di cancellare in consiglio comunale una proposta considerata "fortemente iniqua", ricordando inoltre che molti altri Comuni hanno deliberato l'esenzione dalla TASI, con l'applicazione di aliquote pari a zero.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X