stampa
Dimensione testo
DISSESTO IDROGEOLOGICO

Lavori fermi ai torrenti, cinque sindaci in rivolta nel Messinese

di
Gli amministratori dei paesi ionici in assemblea sul Savoca, chiedono interventi urgenti di messa in sicurezza prima di un altro nubifragio

MESSINA. Il sindaco di Santa Teresa Riva, Cateno De Luca, si è autosospeso dalla carica. Lo ha annunciato ieri mattina sul torrente Savoca, tra Santa Teresa e Furci, esondato due settimane fa. Si è tenuto sul greto un consiglio straordinario dei Comuni ionici rappresentati da Nino Bartolotta, ex assessore regionale e primo cittadino di Savoca, Rosanna Fichera di Sant'Alessio Siculo, Sebastiano Foti di Furci Siculo, Marco Saetti di Casalvecchio Siculo per adottare iniziative politiche contro il dissesto idrogeologico quando l'inverno si avvicina e le prime piogge hanno causato problemi importanti.

Il maltempo del 10 ottobre ha fatto straripare i torrenti Savoca e Pagliara, provocato danni a case e strade di Antillo, fatto crollare la strada provinciale a Savoca e creato isolamenti a Casalvecchio. De Luca ha appeso a un cappio la fascia tricolore per protestare contro Stato e Regione dichiarando la sua sospensione da sindaco di Santa Teresa sino a quando gli enti faranno sul serio e non soltanto sopralluoghi. Da oggi De Luca - secondo quanto affermato - non si occuperà delle attività comunali a Santa Teresa.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X