stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, città senza acqua dopo una frana: a secco scuole e uffici
COMUNE

Messina, città senza acqua dopo una frana: a secco scuole e uffici

MESSINA. Il sindaco di Messina, Renato Accorinti, ha disposto per oggi e mercoledì, si legge in una nota, «la chiusura di tutti gli edifici scolastici di ogni ordine e grado, pubblici, privati e parificati, comprese le strutture educative ed assistenziali a gestione diretta ed indiretta, Asili, Centri di Aggregazione Giovanile e degli Uffici pubblici nel territorio comunale, eccezione fatta per quelle strutture che siano dotate di autonomi e sufficienti serbatoi idrici al fine di evitare che le relative attività si svolgano in precarie condizioni igienico - sanitarie ed al fine di scongiurare ogni possibile rischio collegato alla mancanza di acqua corrente».

«I Dirigenti degli Uffici Pubblici, ad esclusione dei Dirigenti Scolastici - prosegue la nota -, dovranno assicurare i servizi ritenuti essenziali, dandone apposita comunicazione agli Uffici Comunali al fine di garantirne la più ampia diffusione».  Il Prefetto Stefano Trotta ha convocato una riunione per individuare soluzioni concordate atte a fronteggiare l'emergenza idrica conseguente alla rottura dell'impianto di distribuzione dell'acqua verificatosi in località Calatabiano a seguito di un evento franoso dei giorni scorsi. Alla riunione hanno preso parte i rappresentanti dell'Amministrazione comunale, dell'AMAM, delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco, dell'ASP, delle Strutture ospedaliere e della Protezione civile regionale.

L'AMAM ha dichiarato che verosimilmente i lavori di riparazione della condotta idrica danneggiata dalla frana si concluderanno nella giornata di domani mattina ma il rientro alla normalità, con la conseguente erogazione a regime dell'acqua potrebbe avvenire  nella notte tra oggi e domani. Si è preso atto della tempestività con la quale l'Amministrazione Comunale si è attivata riuscendo ad evadere le richieste pervenute da più parti nella mattinata odierna al fine di contenere i disagi degli Uffici e delle Strutture ospedaliere. Dopo una disamina delle maggiori criticità individuate nelle esigenze degli Ospedali e degli Istituti di ricovero per anziani, il Comune di Messina unitamente all'Ispettorato Ripartimentale delle Foreste ed al  Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco hanno dichiarato la disponibilità di intervenire con autobotti per il rifornimento delle suddette strutture sanitarie ma anche di Uffici pubblici che dovessero segnalare l'esaurimento delle loro riserve; allo stesso modo l'Amministrazione ha assicurato l'intervento mirato dei Volontari per fronteggiare particolari esigenze dei cittadini. Il Comune di Messina coordinerà gli interventi di erogazione con l'ausilio degli Enti che hanno offerto la disponibilità dei mezzi ed ha indicato il seguente indirizzo mail: autoparco comune.messina.it, dove far pervenire le segnalazioni che verranno evase secondo un ordine di priorità stabilito da un regolamento comunale. La Prefettura comunica inoltre che presso il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco nonchè presso l'Autoparco municipale e l'ex Gasometro sono aperti alla cittadinanza punti di distribuzione di acqua per uso non potabile. Il Comune, infine ha fatto riserva di revocare gli effetti dell'Ordinanza sindacale con la quale è stata disposta la chiusura delle scuole degli Uffici comunali non appena avrà cognizione della cessata emergenza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X