stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Marittimi morti, i medici: sta meglio il palermitano ricoverato
TRAGEDIA AL PORTO

Marittimi morti, i medici: sta meglio il palermitano ricoverato

MESSINA. Migliorano sensibilmente le condizioni di Ferdinando Puccio, il marittimo palermitano rimasto coinvolto a Messina nel grave incidente verificatosi martedì scorso a bordo della nave Sansovino e che ha fatto tre vittime.

Puccio è ricoverato al reparto di Rianimazione dell'Irccs-Piemonte. "Dal punto di vista clinico - scrivono i medici - si sta registrando un continuo recupero dell'attività cardio-respiratoria che ha consentito lo svezzamento dai supporti ventilatori e la decannulazione con subentro dell' autonomia respiratoria. Anche sul piano cardiocircolatorio e cerebrale si registrano altrettanti miglioramenti. Da oggi il paziente ha iniziato anche la riabilitazione neuromotoria che ha consentito, dal risveglio dal coma farmacologico, un contatto con l'ambiente, con gli operatori e con i familiari".

E ancora: "Le prossime 24/48 ore saranno estremamente importanti per la fase di autonomia". Invariate le condizioni dell'altro marittimo, Antonino Lombardo, ricoverato in Medicina d'urgenza, al quale è riservato "un particolare trattamento sul piano neuropsicologico".

Intanto i dipendenti della compagnia di navigazione proprietaria della Sansovino hanno devoluto una giornata del proprio lavoro alle famiglie dei colleghi morti: Gaetano D'Ambra, Christian Micalizzi e Santo Parisi.

"La compagnia ha accolto la nostra richiesta", ha spiegato Ottavio Alaimo che lavora sulla nave che collega Lampedusa e Linosa con Porto Empedocle.

"Ho saputo - aggiunge Alaimo - che stanno aderendo alla nostra iniziativa anche persone che fanno parte di altre società di navigazione e del personale della sicurezza. Il nostro settore è come una grande famiglia, ci conosciamo tutti e quando succede una cosa del genere la solidarietà è totale. Sono certo che a breve saremo nelle condizioni di potere offrire alle famiglie dei nostri amati colleghi altri aiuti tangibili e rimarremo sempre loro vicini, a tutti i livelli".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X