DA GDS IN EDICOLA

Messina, il Comune è alla ricerca di 300 guardie ambientali

di

Dopo l'occhio elettronico delle foto trappole, il comune di Messina punta sui volontari per contrastare il grave fenomeno dei reati ambientali, generato dall'abbandono scellerato dei rifiuti.

Trecento ispettori ambientali, nelle prossime settimane saranno reclutati da palazzo Zanca, per svolgere funzioni di vigilanza e repressione degli illeciti ambientali, multando le frange più resistenti di incivili che sfuggono ai controlli elettronici. Il regolamento per l'istituzione dell'albo degli ispettori comunali ambientali, appena approvato dalla giunta, é pronto per i successivi passaggi in commissione ambiente e al consiglio comunale.

All'incarico di ispettore possono candidarsi tutti i cittadini o volontari segnalati dalle organizzazioni di volontariato in possesso dei normali requisiti di legge (elettorato attivo, assenza di condanne comprese quelle che riguardano i reati all'ambiente). Tra i titoli richiesti anche una buona conoscenza del territorio.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X