stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Assenteismo al Comune di Furci Siculo, venti dipendenti condannati
TRIBUNALE

Assenteismo al Comune di Furci Siculo, venti dipendenti condannati

Venti condanne ed una trentina di assoluzioni. E’ quanto deciso dal tribunale di Messina nel processo sui casi di assenteismo al Comune di Furci siculo. Il processo era nei confronti di alcuni dipendenti del Comune jonico, che dovevano rispondere di truffa e di false attestazioni della presenza in ufficio mediante la marcatura del badge marcatempo in orari non conformi all’effettiva presenza in servizio.

Il giudice monocratico Adriana Sciglio ha disposto venti condanne che vanno da un anno e dieci mesi fino ad un anno e quindi giorni. Ha anche disposto numerose assoluzioni sia con la formula «perchè il fatto non sussiste» che «perchè il fatto non costituisce reato» ma oltre una ventina sono stati assolti perchè ritenuti non punibili per la particolare tenuità del fatto. Il pubblico ministero aveva chiesto 44 condanne ed il resto assoluzioni.

Al centro del processo sui cosiddetti «furbetti del cartellino» c'è l’indagine del Commissariato di Taormina scattata nel 2016 e che alla fine coinvolse una cinquantina di impiegati del Comune di Furci Siculo. Telecamere nascoste registrarono gli ingressi e le uscite dei dipendenti nel periodo compreso tra giugno e luglio 2015. Secondo l’accusa alcuni dipendenti arrivavano al lavoro per poi allontanarsi senza far risultare, tramite la marcatura del badge, la relativa assenza. L’accusa contestava inoltre che alcuni avrebbero affidato ad altri colleghi il proprio badge per strisciarlo all’ingresso.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X