stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, cambio al comando interregionale "Culqualber": si insedia il generale Gianfranco Cavallo

Messina, cambio al comando interregionale "Culqualber": si insedia il generale Gianfranco Cavallo

carabinieri, Gianfranco Cavallo, Messina, Cronaca
Passaggio di consegne a Messina tra il generale Carmelo Burgio e il generale Gianfranco Cavallo

Cerimonia di avvicendamento al comando interregionale "Culqualber", stamane a Messina, nella caserma "A. Bonsignore", alla presenza del comandante generale dell’Arma dei carabinieri, generale Giovanni Nistri, tra il generale Carmelo Burgio e il generale Gianfranco Cavallo.

Il generale Burgio, nel lasciare l’incarico ha rivolto un pensiero ai caduti ed alle vittime dell’epidemia e ha sottolineato come nel suo periodo di comando, coinciso in gran parte con il periodo di sviluppo del fenomeno pandemico, abbia potuto apprezzare il "quotidiano, costante impegno dei carabinieri del comando interregionale" che hanno saputo "affrontare sfide nuove, inattese, che hanno richiesto fermezza, partecipazione, ulteriore condivisione del rischio più subdolo, vicinanza alle popolazioni e comprensione per stati d’animo improntati a comprensibile scoramento, smarrimento, persino frustrazione e rabbia, dimostrandosi capaci di sostenere il peso degli eventi e della responsabilità affidatagli".

Il generale Cavallo ha espresso "soddisfazione e gratitudine" per l’incarico conferito, consentendogli il ritorno in questa meravigliosa e impegnativa terra di Sicilia e Calabria, densa di storia, cultura e tradizioni» ed ha assicurato "il massimo impegno e dedizione in favore della comunità".

Infine, il comandante generale dell’Arma Nistri, dopo avere rivolto il pensiero ai caduti ed ai loro familiari, ha evidenziato come, in questo periodo particolarmente difficile sotto il profilo sanitario, economico e sociale, "che costituisce un emergenza che sta mettendo a dura prova l’intera comunità nazionale", l’Arma dei carabinieri "è ancora una volta protagonista nel garantire, insieme con sicurezza e legalità, il rispetto delle misure a tutela della salute pubblica e soprattutto nell’assistere le fasce più deboli e vulnerabili della popolazione, tanto più nelle regioni del sud".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X