stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Stabilimento balneare abusivo, scatta il sequestro a Terme Vigliatore e Furnari
GUARDIA COSTIERA

Stabilimento balneare abusivo, scatta il sequestro a Terme Vigliatore e Furnari

terme vigliatore, Messina, Cronaca
Foto archivio

Gli uomini della Capitaneria di porto - Guardia Costiera di Milazzo, nell’ambito dell’operazione «Mare sicuro» pianificata su scala nazionale dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto e coordinata a livello locale dalla Direzione Marittima della Sicilia Orientale, hanno posto sotto sequestro alcune attrezzature balneari e una rudimentale struttura abusiva sulle spiagge dei comuni di Terme Vigliatore e di Furnari.

L’attività di polizia marittima condotta dalla Guardia Costiera ha permesso quindi di restituire alla collettività tratti di arenile abusivamente occupati da alcuni soggetti con l’intento di assicurarsi per tutta la stagione estiva un comodo spazio in prossimità della battigia. Il personale ha accertato, infatti, che il materiale rinvenuto era stato posizionato sull'arenile e lasciato durante le ore notturne e per garantire una sorta di prenotazione del tratto di spiaggia libera, violando così le norme che disciplinano il corretto utilizzo del demanio marittimo.

Nello specifico, sono stati rimossi e sequestrati circa 20 ombrelloni e 10 tra lettini, sedie da spiaggia e attrezzatura balneare di vario genere. La struttura abusiva, invece, occupava una superficie di circa 30 metri quadri, costituita da palizzate in legno con alcune foglie di palma impiegate per ombreggiare. Procedendo alla rimozione delle attrezzature balneari che occupavano permanentemente il tratto di litorale, l’area interessata è stata restituita alla pubblica e libera fruizione dei bagnanti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X