stampa
Dimensione testo
TEATRO

Un'Aida che inneggia alla tradizione conquista Taormina

di

TAORMINA. È giunto al terzo anno di attività il festival «Taormina Opera Stars» che quest’anno propone, ancora nella suggestiva cornice del teatro Antico di Taormina, un titolo popolarissimo del melodramma italiano, Aida di Giuseppe Verdi. Teatro gremito in ogni ordine di posti per assistere a quello che indubbiamente è il più diffuso spettacolo lirico nelle notti estive dei teatri di pietra. La produzione, interamente privata, è dell’Associazione Aldebaran presieduta da Antonio Lombardo con Maurizio Gullotta direttore di produzione e centro motore della rassegna. La scelta del direttore artistico, Davide Dellisanti, ha avuto ancora una volta una peculiarità, quella di privilegiare giovani artisti, affiancati da qualche nome più esperto ed affermato.

L’Aida cui abbiamo assistito alla «prima» (in replica ieri sera) ha puntato su un allestimento di tutta tradizione – è quello che il pubblico si aspetta in estate in un teatro antico, ha affermato Dellisanti in conferenza stampa – affidato all’idea scenografica di Alfredo Troisi, qui adattata alle esigenze della scena taorminese da Daniele Barbera con la sua «Bottega Fantastica».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X