REGIONE

Alloggi degli sfollati a Saponara, perso un milione di euro

di

Perso un milione di euro regionale per l'autonoma sistemazione degli sfollati di Saponara e della provincia tirrenica "sfrattati" a causa dell'alluvione del novembre 2011. L'annuncio negativo per chi ha ancora non può far rientro a casa e deve pagare i soldi dell'affitto in altre abitazioni è del deputato regionale dei Cinquestelle Valentina Zafarana; la messinese è anche capogruppo del movimento all'Ars. La Zafarana ha riferito che ieri si è tenuta in commissione Bilancio alla Regione, l'ennesima audizione sull'erogazione del Cas (il contributo per l'autonoma sistemazione nato per garantire assistenza alla popolazione colpita dagli eventi alluvionali del 2011).

La Regione ha finalmente risposto all'interrogativo. "Scopriamo - afferma la Zafarana - che la prima programmazione, quella del 2013, e che prevedeva uno stanziamento di circa un milione di euro, è andata irrimediabilmente persa". "Ora - aggiunge la parlamentare Cinquestelle - ci impegneremo per fare luce sulle responsabilità e su questa vicenda tragica che tiene in sospeso centinaia di vittime senza una casa dignitosa o un locale idoneo nel quale svolgere le proprie attività commerciali". Sul contributo previsto nella finanziaria 2014 assicurano dal Governo che le pratiche saranno avviate entro 15 giorni. "Terremo gli occhi aperti - conclude Zafarana - assicurandoci che almeno questi fondi arrivino a destinazione e in tempi celeri". Eppure nel giugno scorso sembrava che si fosse compiuto qualche passo avanti. A Rometta era stato firmato il contratto di compravendita di un immobile a Villafranca tirrena destinato a prima abitazione della Signora Rosa Arrigo, moglie di Luigi Valla e madre di Giuseppe entrambi deceduti nella tragedia che il 22 novembre del 2011 colpì la frazione Scarcelli di Saponara e che distrusse anche l'abitazione della famiglia.

Una determina del dirigente Generale della Protezione Civile Siciliana, Calogero Foti dispose l'erogazione della somma necessaria per l'acquisto dell'immobile a favore della Arrigo con fondi che erano stati reperiti attraverso l'impiego delle donazioni effettuate privatamente a mezzo degli Sms solidali e raccolte a favore della popolazione della provincia. Non erano stati utilizzati finanziamenti regionali o nazionali. I fondi per venire incontro alle esigenze dei cittadini di Saponara e Barcellona Pozzo di Gotto sono previsti dall'articolo 3 della legge regionale numero 1 del 2012. Dieci i milioni di euro stanziati per tutti i Comuni messinesi colpiti dall'alluvione del 22 novembre 2011. I soldi sono vincolati a favore dei residenti - come prevede la legge - "destinatari di ordinanze di sgombero o di provvedimento che, a causa dei predetti eventi, dichiari l'inabilità degli immobili di residenza e a condizione che gli immobili da acquisire siano in regola con la vigente legislazione in materia di edilizia e urbanistica". Adesso la brutta scoperta della Zafarana che segnala come il milione di euro per l'autonoma sistemazione degli sfollati è andato perduto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X