stampa
Dimensione testo
BASKET

Affondata l'Upea, Milano resta al comando

L'Upea va giù per ko tecnico dopo 2 riprese (51-31 Olimpia all'intervallo) e alla sirena il match si chiude su un impietoso 98-69

MILANO. Nulla può la neo promossa Capo d'Orlando sul campo dei campioni d'Italia. L'Upea va giù per ko tecnico dopo 2 riprese (51-31 Olimpia all'intervallo) e alla sirena il match si chiude su un impietoso 98-69. L'Armani resta così in testa alla Serie A, in attesa di scoprire se Venezia riuscirà a riacciuffarla. In quintetto Banchi schiera Meacham al posto di un Gentile bloccato ancora dai problemi alla schiena, in una giornata in cui le assenze del capitano e di Hackett si sentono appena. L'ampio distacco (anche 30 punti) lascia spazio abbondante alle seconde linee.

L'avvio è in pieno spirito natalizio, con le squadre che regalano metri di spazio ai rispettivi tiratori e 6 triple di fila seguite da altrettanti tiri sbagliati da sotto. Servono 5 minuti per vedere il primo canestro da 2 di Henry, all'interno di un parziale da 8-0 che riporta Capo d'Orlando avanti di uno (13-14, unico vantaggio per gli ospiti). Il giamaicano segna 25 punti uscendo dalla panchina (miglior marcatore dell'incontro), ma è l'unica folata sul piatto referto dell'Orlandina. Il connazionale in maglia Olimpia è padrone del pitturato (con 3 tonanti schiacciate a segno su un impotente Hunt) mentre nel secondo quarto la coppia Ragland-Moss assesta l'uno-due che fa barcollare i siculi.

Più 20 Armani dopo altrettanti minuti di gioco e pratica in buona sostanza archiviata. I 9 tentativi per parte dalla lunetta la dicono lunga sulla bassa intensità dell'incontro, così come la supremazia a rimbalzo (45 a 29 con 48 punti in area contro 28) conferma il dominio dei padroni di casa in vernice. A coronare la serata ci pensano, nell'ultima frazione, le giocate dei due primavera convocati (Villa e Fumagalli) festeggiate dalla ola degli oltre 11mila spettatori del Forum. L'EA7 chiude così, con la settima vittoria consecutiva in Serie A, il suo 2014 casalingo. L'ultima partita dell'anno la disputerà invece sul campo della Granarolo Bologna (lunedì 29 dicembre) per poi tuffarsi nel nuovo anno e nelle top 16 di Eurolega con l'esordio al Forum contro il Nizhny Novgorod (venerdì 2 gennaio). (ANSA).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X