stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Alle Isole Eolie spuntano altri yacht, è arrivato anche Armani con il Main

Alle Isole Eolie spuntano altri yacht, è arrivato anche Armani con il Main

di

Anche a settembre mega yacht alle Eolie. Il Main, di 65 metri, di Giorgio Armani è ritornato a Lipari. Rispetto alle volte precedenti, non ha attraccato nel pontile galleggiante di Marina Lunga e si è fatto ammirare dai diportisti davanti al castello.  Armani proviene da Pantelleria, dove ha vissuto lo spaventoso incendio che ha colpito l'isola, tanto che ha deciso di donare 500 mila euro al Comune.

Il Main è stato costruito nei cantieri di Codecasa, a Viareggio ed è stato valorizzato da un verde militare. Ha una velocità di c18 nodi. Ci sono due scompartimenti all’interno con 7 cabine con 8 per l’equipaggio. Lo yacht rappresenta un capolavoro segnato sia dall’arte ingegneristica che dal talento artistico.

A Salina si è ancorato Kensho, di 75 metri, di proprietà del miliardario tedesco Udo Mueller. Della flotta Admiral, brand di The Italian Sea Group, è uno yacht innovativo varato con la collaborazione tra l’armatore, che ha curato direttamente il progetto, l’agenzia francese Jouin Manku, che ha progettato il design degli interni, e Azure Yacht Design che, insieme ad Archineers Berlin, ha sviluppato gli esterni. Il nuovo gioiello firmato Tisg possiede un innovativo sistema di propulsione diesel-elettrico, con motori elettrici a magneti permanenti che garantiscono un’alta efficienza e una forte potenza, con volumi limitati. Il sistema di propulsione è dotato di cinque generatori a velocità variabile in grado di ridurre le emissioni nell’atmosfera. Il design è stato sviluppato dando molta importanza all’aspetto ambientale, nel rispetto della notazione Eco.

Sempre a Lipari davanti al castello si è ormeggiato il vaporetto Alicia, che risale al 1930. Lungo 47 metri, è stato costruito da Defoe Shipbuilding Co. nel cantiere navale di Bay City. Gli interni sono stati progettati dalla casa di design Rainsford Mann e quello esterno è opera di John H. Wells. L'ultima volta è stato ristrutturato nel 2018. Ospita 10 turisti con 9 d'equipaggio. Costruito con scafo in acciaio e sovrastruttura in alluminio, con ponti in teak. Alimentato da due motori diesel Caterpillar (D379) da 650 CV, naviga a 13 nodi con un'autonomia fino a 3.000 miglia nautiche grazie aii serbatoi di carburante da 40.000 litri a. I serbatoi immagazzinano circa 15.000 litri di acqua dolce.

A Lipari nella rada di Marina Corta ha gettato le ancore Oceanos. Di 50 metri, è stato costruito dal cantiere italiano Mondo Marine. Ospita 12 turisti con 11 d'equipaggio. Il design interno è stato realizzato dallo Studio Vafiadis.

Le foto fornite da Notizarioeolie.it

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X