stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Stromboli, disposte le prime limitazioni per la sicurezza di isolani e turisti

Stromboli, disposte le prime limitazioni per la sicurezza di isolani e turisti

Lo scenario eruttivo rimane invariato - con i flussi lavici ridotti e con i crolli e i distacchi di materiale dal canale che finiscono in mare – ma per ragioni di sicurezza sia per gli isolani e i tanti turisti in vista nell’isola delle Eolie, sono state previste limitazioni temporanee della scalata ai crateri. Lo hanno deciso dopo nuove riunioni i vulcanologi dell'Ingv, la Protezione civile e il sindaco Riccardo Gullo che ha emesso una nuova ordinanza.
E’ vietato l’accesso ai visitatori/escursionisti a partire da quota 290 metri e sino all’area sommiate del vulcano; sul versante di Ginostra, analogo divieto per il sentiero di Punta Corvi, a partire da quota 130 metri fino all’area sommitale. Consentito l’accesso, soltanto se accompagnati da guide alpine e/o vulcanologiche autorizzate, lungo il sentiero di Punta Corvi sino a quota 130.
Da Stromboli è consentito l’accesso dei visitatori/escursionisti, soltanto se accompagnati da guide alpine e/o vulcanologiche autorizzate, lungo il sentiero “Via Salvatore Di Losa - strada vicinale Parroco - Sentiero Naturalistico - Salita al Vulcano” sino a quota 290.
L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, ha precisato che “dalle osservazioni su terreno effettuate risulta che lo scenario eruttivo descritto rimane pressoché invariato. Difatti i flussi lavici continuano ad essere poco alimentati e i fronti non sono avanzati. Continuano ad osservarsi frequenti crolli e distacchi di materiale dal canale lavico eroso dai flussi e dal fronte stesso che arrivano velocemente in mare. Persiste l’attività di spattering al cratere di nord. “Dal punto di vista sismico – evidenziano i ricercatori - l’ampiezza media del tremore vulcanico ha mostrato modeste fluttuazioni, attestandosi quasi sempre e fino allo stato attuale nel livello medio-basso. I dati delle reti di monitoraggio delle deformazioni sull’isola non mostrano variazioni significative”.
Si è anche riunito il Centro Operativo Comunale attivato dal Sindaco Riccardo Gullo in seguito agli eventi vulcanici che hanno determinato lo stato di allerta arancione per Stromboli.
Il sindaco Gullo, tornato da un sopralluogo sull’isola, ha riferito i contenuti della riunione della Commissione Grandi Rischi alla quale ha partecipato in videoconferenza. Prevista lla pubblicazione di un Avviso con ulteriori raccomandazioni da seguire, sia in relazione all’emergenza in corso, che in caso di eruzione e per mitigare il rischio tsunami

Invio a Ginostra e Stromboli di mascherine chirurgiche da distribuire alla popolazione, per mitigare gli effetti delle ceneri vulcaniche quando la loro ricaduta è più consistente per via delle condizioni meteorologiche continuamente variabili.

A Stromboli le mascherine saranno disponibili, presso la chiesa di San Vincenzo, dove i volontari dell’Associazione VIS si occuperanno di distribuirle dalle ore 10:00 alle ore 11:00
La Guardia Costiera diramerà degli avvisi di sicurezza a tutte le imbarcazioni in transito perché rispettino il limite di avvicinamento alla costa di 1 miglio ed evitino di sostare a largo della Sciara del fuoco.(Notiziarioeolie.it)

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X