stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Maltempo, strade allagate e persone bloccate in auto: notte di paura nel Messinese

Maltempo, strade allagate e persone bloccate in auto: notte di paura nel Messinese

Il maltempo in provincia di Messina, soprattutto nella zona peloritana e tirrenica, con temporali e forte vento, ha provocato danni e paura. Ora sembra che la situazione meteo sia migliorata anche se i sindaci invocano la massima prudenza. La protezione civile aveva lanciato un’allerta meteo di colore giallo.

Forti piogge si sono registrate a Milazzo, Barcellona Pozzo di Gotto e Terme Vigliatore. Hanno causato frane, l’interruzione di strade invase dal fango, anche l’A20 - l’autostrada Palermo-Messina, è stata interrotta tra gli svincoli di Falcone e Barcellona Pozzo di Gotto. A Terme Vigliatore a causa del nubifragio, è crollata la rampa di accesso al ponte sul torrente Mazzarrà, che collega il lungomare della Marchesana a contrada Cannotta a Terme Vigliatore. Si è creata una grossa voragine ma il ponte non sarebbe crollato. Il ponte era stato chiuso al transito prima del crollo.  Sulla strada statale 185, chiamata di Sella Mandrazzi, si è verificata una seconda frana, nel territorio del comune di Francavilla di Sicilia (dal km 30 al km 46,700), che ha causato la chiusura della strada in entrambe le direzioni. Poco prima, sulla stessa strada statale, c'era stata anche la chiusura all'altezza del comune di Novara di Sicilia, sempre per frana. Il traffico è stato bloccato in entrambe le direzioni . Il personale e i tecnici Anas sono intervenuti in entrambi i casi per ripristinare la circolazione in sicurezza nel più breve tempo possibile, compatibilmente con l’evolversi delle condizioni meteo.

Case e sottopassaggi allagati con persone rimaste bloccate nelle auto, in casa, e alcune famiglie isolate. Una donna rimasta dentro la propria auto invasa dal fango a Terme Vigliatore, è stata soccorsa, così come un’altra donna e i suoi due bambini a Tripi. A Milazzo un’ambulanza partita per soccorrere un infartuato è stata quasi sommersa dall’acqua e si è dovuta fermare. A Spadafora e Milazzo soccorsi decine di automobilisti: strade allagate, tombini saltati, frane, cantine allagate. Da Novara di Sicilia a Milazzo oltre 30 gli interventi svolti dai vigili del fuoco per soccorrere autisti in difficoltà e persone bloccate in casa.

Sempre a Milazzo, all’Istituto d’arte di via Gramsci, sono rimasti bloccati sei studenti, due insegnanti e due collaboratrici scolastiche, mentre in diverse strade è saltata la corrente elettrica. Sempre nel grosso centro messinese, una famiglia di tre persona sarà ospitata in un b&b a causa del crollo del tetto della propria abitazione, in vico dei Lillà. Il sindaco di Milazzo Pippo Midili ha scritto su Fb: «Invito i cittadini a rimanere nelle proprie abitazioni e ad evitare di mettersi in strada. La situazione del torrente Mela è sotto controllo ma le strade risultano allagate per le enormi pioggie che stanno cadendo in città».

A causa della mancanza di energia elettrica non è stato possibile attivare in molte zone le pompe idrovore. A Castroreale le strade provinciali 85, 87 e 82, dopo le interruzioni, sono state dichiarate di nuovo percorribili. I sindaci dei comuni messinesi invitano le persone a prestare la massima attenzione se devono uscire da casa soprattutto negli spostamenti in auto.

A Barcellona Pozzo di Gotto in serata la Croce Rossa ha trovato alloggio in un b&b a cinque persone, su richiesta del sindaco Giuseppe Calabrò. La protezione civile regionale sta lavorando nelle zone colpite dal maltempo ed è in costante contatto con i sindaci. Anche i vigili del fuoco e le organizzazioni di volontariato sono sui luoghi colpiti dai temporali per i primi interventi.

Nel video le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco

 

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X